Il filmmusic per il documentario Omaha Beach Honot and Sacrifice - composto da Fred Vogels - è normato per il BUMA AWARD (nella categoria filmmusic).

Il documentario ha già ricevuto un Emmy Award: http://backtonormandy.org/omaha-beach-honor-and-sacrifice-story-and-trailer.html

La musica (11 tracce come vengono usate per il trattino basso): ascolta qui

Puoi vedere il documentario online seguendo questo link: https://wwiifoundation.intelivideo.com/products/omaha-beach-honor-and-sacrifice

omaha beach onore e sacrificio

Il documentario (testo di WWIIFouncation):

Il D-Day, il 6 giugno 1944, la 29a divisione di fanteria verde affrontò alcuni dei combattimenti più brutali di Omaha Beach.

Forse la zona peggiore della spiaggia era Dog Green, proprio di fronte ai punti forti che sorvegliavano il sorteggio di Vierville e sotto il pesante fuoco fiancheggiante dalle postazioni a ovest, vicino a Pointe de la Percee. La compagnia A della 116a [29a divisione] doveva sbarcare in questo settore con la compagnia C dei 2 ° Ranger sul suo fianco destro, ed entrambe le unità arrivarono sui loro obiettivi. Uno dei sei LCA che trasportavano la Compagnia A [116 ° Reggimento, 29ª Divisione] fondò circa un migliaio di metri di costa, e passando Rangers videro uomini che saltavano in mare e venivano trascinati giù dai loro carichi.

A H + 6 minuti l'imbarcazione rimanente è stata messa a terra in acqua da 4 a 6 piedi di profondità, a circa 30 iarde dalla fascia esterna di ostacoli. Iniziando il mestiere in tre file, prima il file centrale e i file sul fianco che si staccavano a destra e a sinistra, gli uomini furono avvolti in un fuoco accurato e intenso dalle armi automatiche. L'ordine andò rapidamente perso quando le truppe tentarono di tuffarsi sott'acqua o caddero sui lati per navigare sulle loro teste. Il colpo di mortaio ha segnato quattro colpi diretti su un LCA, che "si è disintegrato". Le vittime subirono fino alla sabbia, ma quando i sopravvissuti arrivarono lì, alcuni scoprirono che non potevano trattenersi e tornarono in acqua per ripararsi, mentre altri si rifugiarono dietro gli ostacoli più vicini.

I resti di una squadra di barche sul fianco destro organizzarono una piccola linea di fuoco sui primi metri di sabbia, in piena esposizione al nemico. In breve tempo ogni ufficiale della compagnia, compreso il capitano Taylor N. Fellers, fu un ferito e la maggior parte dei sergenti furono uccisi o feriti. Gli uomini senza leader rinunciarono a qualsiasi tentativo di avanzare e limitarono i loro sforzi per salvare i feriti, molti dei quali affogarono nella marea crescente.

Alcune truppe furono in seguito in grado di fare la diga restando sul bordo dell'acqua e risalendo la spiaggia con la marea. Quindici minuti dopo l'atterraggio, la società A era fuori servizio per quel giorno. Le stime delle vittime vanno fino a due terzi ... (per gentile concessione del 29th ID Assoc.)

Nel giugno 2014, una manciata di membri rimanenti della 29a divisione di fanteria hanno compiuto un viaggio finale in Normandia per riconoscere il 70 ° anniversario del D-Day. La Fondazione per la Seconda Guerra Mondiale fu presente mentre questi veterani condividevano le loro storie e guardavano per l'ultima volta le scogliere di Omaha Beach. I vecchi veterani visitarono anche il cimitero americano-normanno per salutare gli amici che non avevano mai lasciato in vita Omaha Beach il 6 giugno 1944. I villaggi e le città locali onoravano anche gli uomini del D-Day con dozzine di celebrazioni in giro per la Normandia.

Un altro personaggio di spicco di questo film è un soldato della First Fanteria Division (il Big Red One), che è arrivato a terra proprio sulla spiaggia e accanto alla 29a fanteria il D-Day. Veterani di due precedenti sbarchi in Nord Africa e Sicilia, il 1 ° ha anche vissuto la propria carneficina e l'inferno a Omaha Beach il D-Day.

Anche il "frogman" di Naval Combat Demolition Unit (NCDU) è sceso a terra sulla spiaggia di Omaha. L'equipaggio di 8 uomini di Ernie aveva la missione di eliminare gli ostacoli su Omaha prima che iniziasse l'invasione. Degli 8 uomini del suo equipaggio, Ernie era l'unico a sopravvivere. Il 4 giugno 2014 Ernie fece il suo primo ritorno a Omaha Beach da quel Giorno dei Giorni del 1944. Eravamo lì per catturare il suo ritorno emotivo e l'incontro con il leggendario anchor televisivo Tom Brokaw. Ernie visitò anche alcuni dei suoi membri dell'equipaggio sul Muro dei dispersi nel cimitero americano-normanno.

Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti pubblicati qui

Lasciate i vostri commenti

  1. Pubblicare un commento come ospite. Registrati or accesso al tuo account.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione