LUQA, originariamente un campo di atterraggio in erba, nel 1938 aveva quattro piste asfaltate in costruzione per superare le restrizioni meteorologiche degli altri due aeroporti. Questo rese Luqa moderna per gli standard del giorno e un atterraggio di prova fu effettuato dal tenente Flt George Burges nel giugno 1939. Una volta completato, Luqa fu utilizzato anche come aeroporto civile di Malta, infatti la compagnia aerea italiana Ala Littoria vi ha spostato le sue operazioni da Ta 'Qali, che era soggetta a ristagno. In preparazione alla guerra, Luqa divenne una stazione della RAF l'1st Aprile 1940 e divenne la principale stazione RAF di Malta. Le tre piste principali furono ulteriormente ampliate durante il 1940 e il 1941 e furono asfaltate per poter gestire i bombardieri; sono state inoltre fornite piste di taxi, ampie aree di dispersione e penne di aeromobili. Il 19th Settembre 1940 n. 431 (Ricognizione generale) Il volo, che in seguito divenne lo Squadrone n. 69, fu la prima unità operativa a Luqa, a cui seguì l'arrivo di Wellingtons il 30th Ottobre, che divenne lo Squadrone n. 148 il 1st Dicembre. Luqa fu sottoposto a bombardamenti molto pesanti in tempo di guerra, in particolare a marzo e aprile 1941 e marzo e aprile 1942. Un visitatore speciale il 20th Nel giugno 1943 fu re Giorgio VI, quando visitò l'aeroporto di Luqa dove fu ricevuto dal vice maresciallo aereo Sir Keith Park, comandante dell'aeronautica, Malta e dal maresciallo capo sir Arthur Tedder, comandante dell'aeronautica comandante in capo del Mediterraneo. Lo stesso giorno Sir Keith Park ricevette il riconoscimento di cavaliere dal re.

HAL FAR, un campo d'aviazione in erba fu il primo ad essere costruito a Malta. Le sue origini derivavano dalla necessità di un aeroporto sull'Isola in cui sbarcare il velivolo montato su ruote a bordo di una flotta di aeromobili della flotta, che stava sostituendo gli idrovolanti in quel momento. Inizialmente collegato alla stazione aerea navale di Malta a Kalafrana, il campo di volo è stato aperto dal governatore e C-in-C, il maresciallo di campo Lord Plumer, il 16th Gennaio 1923; il primo volo ufficiale di aeromobili di servizio che si svolge il 19th Febbraio 1924. Come il 19th Marzo 1929, Hal Far fu potenziato per diventare una stazione RAF a sé stante. Il primo comandante di stazione, il comandante di ala CW Nutting OBE DSC, tuttavia, non arrivò dal Regno Unito fino alle 10th Maggio. La superficie pietrosa dell'aerodromo poteva diventare impregnata d'acqua durante il tempo piovoso e in seguito furono rese disponibili quattro rotte di volo nel 1940 ei due anni successivi videro estensioni a tutte le rotte di volo, specialmente a una in particolare per essere adatta all'uso da parte dei bombardieri. Poco prima dello scoppio della guerra fu allestito uno Station Fighter Flight composto da quattro Sea-Gladiators. Hal Far subì pesanti bombardamenti con conseguenti danni agli edifici e alle caserme della stazione.

DI QALI l'aeroporto era stato adagiato sul letto di un antico lago. Nel periodo prebellico era stato utilizzato dalle compagnie aeree civili, il cui cliente principale era l'italiano Ala Littoria. La sua superficie erbosa, come Hal Far, si deteriorò rapidamente in caso di maltempo mentre in estate si trasformò in terra cotta. Quando l'Italia entrò in ostilità nel giugno del 1940, gli ostacoli erano stati posizionati intorno al campo di volo per impedire gli atterraggi aerei. Il 30th Ad ottobre sono state ricevute istruzioni ad Hal Far dal Comando HQ del Mediterraneo per il Wing Commander JR O'Sullivan di procedere all'aeroporto con un piccolo personale HQ, con il compito di formare una stazione di caccia di uno squadrone lì. L'8th Nel novembre 1940 l'aeroporto divenne la stazione RAF Ta 'Qali, con lo squadrone n ° 261 che si trasferì da Luqa il 20th Novembre. Il comandante di ala J Warfield subentrò come comandante di stazione il 16th Maggio 1941. Pochi giorni dopo lo Squadrone n. 249 arrivò dal Regno Unito per sostituire il n. 261. Lo Squadrone No.249 sarebbe diventato lo squadrone con il punteggio più alto su Malta, rivendicando anche il 1000th velivoli nemici a cadere alle difese di Malta. L'aeroporto di Ta 'Qali è stato sottoposto a pesanti bombardamenti durante il corso della guerra.

SAFI era una striscia di dispersione tra Luqa e Hal Far, con lunghe rotte di taxi e numerose penne per aerei. Queste penne dovevano rivelarsi vitali per la sopravvivenza dell'aeromobile nel grave bombardamento del 1942. Nel gennaio del 1941 era iniziata la costruzione di una pista pavimentata. Fu completato nel febbraio del 1943 e fu seguito da una seconda pista, i cui lavori iniziarono l'1st Marzo. RAF Safi è stata costituita il 20th Marzo 1943 con il Wing Commander Innes B Westmacott come Station Commander. Prima dell'invasione della Sicilia un certo numero di VIP ha visitato il campo d'aviazione; questi includevano il generale Montgomery il 4th Luglio, feldmaresciallo Alexander il 7th Luglio e il generale Eisenhower l'11th Luglio. Dopo, Aeronautica militare Bf109G-2, Black 13 of 2 / JG.27 catturati in Sicilia e un Macchi C.202 furono successivamente portati a Safi come trofei.

Qrendi I lavori di costruzione dell'aeroporto furono iniziati nel 1940. Si trattava di due piste asfaltate che furono completate nel 1942. L'aeroporto fu aperto il 10th Novembre del vice maresciallo dell'Air Park che ha "picchiato" l'aerodromo nel suo personale Hurricane, codificato OK2. Il primo squadrone a spostarsi lì è stato il numero 249 di Ta 'Qali, seguito dallo squadrone numero 229 a dicembre. Il gennaio 1943 vide l'arrivo dello squadrone n ° 185 da Hal Far. In questo momento, le spazzate offensive sulla Sicilia erano all'ordine del giorno. Queste spazzate furono mantenute fino all'invasione della Sicilia nel mese di luglio, dopodiché l'utilità del campo d'aviazione diminuì.

XEWKIJA L'aerodromo fu costruito dal Corpo degli Ingegneri dell'Esercito degli Stati Uniti nel giugno 1943. La necessità di questo aeroporto era in preparazione per l'operazione "Husky", l'invasione della Sicilia. I comandanti alleati prevedevano che ci fosse bisogno di ulteriori rinforzi Spitfire per supportare la settima armata del generale Patton prima, durante e dopo le fasi iniziali dell'invasione. Poiché si è ritenuto che gli aeroporti di Malta non sarebbero stati in grado di ospitare tutti gli aeromobili necessari per tale impresa, l'aeroporto era situato sull'isola sorella di Gozo. L'unità assegnata a Xewkija era l'USAAF 31st Gruppo combattente che comprendeva il 307th, 308th e 309th Squadroni di caccia. L'aerodromo, costituito da due strisce che furono poste in un tempo incredibilmente breve di dieci giorni, ebbe una vita molto breve e poco dopo che le forze di invasione avevano lasciato l'isola, la terra tornò ai suoi ex proprietari, i contadini locali. Una triste vittima fu la storica casa fortificata Gourgion.

BASE LANA MARITTIMA KALAFRANA A seguito di un sopralluogo dell'Ammiragliato per trovare un sito idoneo per un "capannone idrovolante" i lavori furono autorizzati ad iniziare alla fine di gennaio 1916 a Kalafrana, all'interno della Baia di Marsaxlokk. La base fu aperta nel luglio 1916. Alla fine di luglio cinque idrovolanti Curtiss H4 Small America furono volati fuori da Felixstowe per pattugliare gli approcci a Malta e segnalare la presenza di sottomarini nemici. Il 1st Aprile 1918 Kalafrana divenne una base per idrovolanti RAF sotto il comando del colonnello CJR Randall. A seguito di una riorganizzazione della RAF a Malta, Kalafrana è diventata un'unità di auto-contabilità il 1st Nell'agosto 1923 e negli anni '1930 la Stazione, conosciuta in questa fase come Base Kalafrana della RAF, gestiva molti idrovolanti e battelli volanti. La base ricevette le sue prime bombe di guerra nel giugno del 1940. L'unità di soccorso marittimo aereo RAF e la sezione di imbarcazioni marittime gestivano i loro lanci ad alta velocità e le offerte di idrovolanti da questa base salvando la vita a molti equipaggi abbattuti.

Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti pubblicati qui

Lasciate i vostri commenti

  1. Pubblicare un commento come ospite.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione
Puoi mettere qui il tuo commento per i social media