Musica di guerra dal computer
Uit de cultuurbijlage van de Stentor, domenica 14 aprile 2005
porta MADELEINE ROOD
Redazione culturale de Stentor

La cadenza di treni sibilanti e lenti a vapore. I suoni minacciosi di questo passo pesante non sono solo più pesanti a causa della musica trascinante Fred Vogels sotto, ma dal titolo: "I treni di Auschwitz". Il compositore di Dronten sta lavorando a un ampio ciclo, intitolato Back to Normandy, di cui fa parte questa composizione Visitato armato di macchina fotografica Fred Vogels nel 2002 per la sua prima volta in Normandia. De twee jaren erna weer. "Daar heb ik film gemaakt, maar ik vond dat er muziek bij moest." Fred Vogels era un percussionista e per molti anni ha suonato in orchestre come Residentie Orkest, Concertgebouw Orchestra, The Netherlands Wind Ensemble, Asko e Schönberg Ensemble, e ha insegnato batteristi rinomati. Fino a quando non ha avuto l'acufene. A causa del rumore eccessivo, ha dovuto dire addio al palco del concerto. È diventato direttore della scuola di musica a Dronten e ha fatto quello che ha sempre fatto oltre a fare musica: comporre. Compone principalmente per se stesso. Il compositore - sempre a portata di mano con i computer - ha messo la sua musica e i suoi film sulla guerra sul suo sito web. Con centinaia di migliaia di "hit" all'anno, è particolarmente frequentato. Inizialmente si recò in Normandia, per interesse e profondo coinvolgimento nella seconda guerra mondiale. Suo padre era in un campo di lavoro in Germania, i suoi suoceri erano in un campo giapponese e gli zii lavoravano alla ferrovia birmana. "Tutto era intriso di guerra, ma è stato taciuto", dice. Non è venuto fuori fino alla fine della loro vita. Il trauma, i ricordi e il dolore che erano stati respinti per così tanto tempo sono venuti fuori. "Oltre al suo lavoro di percussionista, ha scritto musica dagli anni 'XNUMX, anche per Haagsche Comedie. Per anni ha composto poco, ma negli ultimi anni ha ripreso il filo. Anche con arrangiamenti di canzoni di guerra, che hanno portato a un incontro con Vera Lynn (Ci rivedremo) in Inghilterra alla fine di questo mese. 
Hij crea filmpjes su oorlog en herdenkingen. Zijn muziek daarbij è verstild, langzaam en indrukwekkend. Ho incontrato van zestig jaar Auschwitz schreef hij muziek su de treinen die dit concentratiekamp als eindstation hadden. Hij baseerde zich op verhalen, boeken en films. 'I nets pretender Ik, maar van kampbewoners hoor ik dat ik de sfeer goed raak. Ook al klonken de treinen anders. " 
È la musica da film, il genere che gli piace di più. Non è composto secondo la tradizione contemporanea, dice: “È musica pura, viene da dentro. Inoltre non lavoro con carta e matita con righi. Suono una melodia nella mia testa e la metto sul computer. Se sento un oboe, prendo in mano un oboe. ' Estrae tutti gli strumenti dai sintetizzatori, con i quali poi fa "un collage di suoni". Fanfare Publisher Molenaar Edition ha recentemente pubblicato la sua musica e l'ha presentata questa settimana alla Frankfurter Music Messe. Si aspetta che la sua musica venga ascoltata in varie commemorazioni, in patria e all'estero. È adatto per orchestre da concerto e fanfare e bande di ottoni e non è difficile da suonare. Non uso il virtuosismo. Io stesso ho suonato molte prime mondiali. Si studia duramente per mesi, dopodiché scompare definitivamente nel cassetto. A volte era troppo difficile da suonare, figuriamoci da ascoltare. Non serve a niente. La sua musica deve ancora essere convertita per bande di ottoni e bande di ottoni, poiché originariamente la componeva per un'orchestra sinfonica. "Ci ho suonato per anni, quindi quel suono è molto nella mia testa", spiega. 'Conosco gli strumenti e come funziona un'orchestra. Poiché sono stato un percussionista per molti anni, sono sempre stato in grado di ascoltare con attenzione. Perché come percussionista spesso hai meno da fare di tutti. Ogni tanto vendi uno schiaffo e altrimenti è un lavoro tranquillo. In questo modo ho conosciuto bene l'orchestra media; pochi strumenti hanno più segreti per me. ”Sorprendentemente, ora usa tutta quella conoscenza per raccontare la sua storia. La storia della guerra. 'Durante le visite in Normandia, persone sconosciute mi raccontano le loro storie. Lo filmo, lo ascolto e poi viene creata la musica. Cerco di esprimere quella sensazione. Con questo lo dico a modo mio. Non è sempre musica allegra, ma non è un lavoro duro. Faccio solo il mio lavoro e quando lo sento, spesso ascolto con crescente stupore quello che ho fatto. ' La sua musica è creata al computer, con l'aiuto di campioni. "Uso strumenti viventi, senza persone viventi", lo chiama. Per il momento, la sua musica può essere ascoltata solo su un computer o un CD. "Anche un brano come" I treni di Auschwitz "è difficile da suonare dal vivo." Ma con la casa editrice accanto, la sua musica suonerà più spesso, si aspetta. 
Tot nu toe hebben veel mensen over de hele wereld zijn muziek gedownload. Amerikaanse studenten gebruiken het voor afstudeerprojecten, wereldwijd zijn zijn film in muziek duizenden keren gedownload. Binnenkort moet ervoor betaald worden, omdat de uitgever nu mede-eigenaar is. Maar dat è zijn doel niet. 'Het enige wat ik wil, is dat hetuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuchon Perk- Ik vind het een grote eer als mijn muziek bij herdenkingen wordt gespeeld. In tutto il mondo, con Bijdragen e "Nie Wieder", tutto il resto. Welke grotere betekenis kun je dan nog nastreven? 'Muziek en films van Fred Vogels op www.fredvogels.nl en www.backtonormandy.org In data 16 aprile wordt bij Quintus (Vloeddijk 38 a Kampen) si apre un blog su una nave da crociera di Vogels gedanst.

Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti pubblicati qui

Lasciate i vostri commenti

  1. Pubblicare un commento come ospite.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione
Puoi mettere qui il tuo commento per i social media