L'altro ieri (10 settembre 2016) ho consegnato i miei archi per timpani Guus Sprangh a Nick Woud, timpanista della Royal Concertgebouw Orchestra (KCO) di Amsterdam.

Il tempo passato (e futuro) in cui sono stato impegnato a ripulire il mio passato con la ragione di alleggerire ogni zavorra per i miei figli - quando non sono più in quel momento. Ad esempio, molti strumenti, pile di spartiti musicali hanno già trovato la loro strada per enti di beneficenza e (ex) colleghi / studenti. Lascio alcune cose per ora perché è bello guardare di nuovo, ma questi bastoncini speciali meritano una vita migliore.

Questi pali Guus Sprangh hanno fornito un servizio fedele per oltre 20 anni, poi hanno trascorso altri 20 anni nell'oscurità della mia custodia per pali in fibra. È ora di dare una seconda vita a questi illustri bastoni.

Un semplice appello su una pagina di percussioni di Facebook per sapere se c'è interesse per questi bastoncini, ha immediatamente portato a ingenti offerte di centinaia di euro. Ma davvero non lo volevo. Sono molto sentimentale in questo senso e dopo una richiesta di Nick Woud se poteva prendere in consegna i bastoni ho avuto un'esperienza aha. Non sarebbe bello se questi bastoni potessero sopravvivere all'RCO! E così sarà.

Invece di una resa di poche centinaia di euro, cambio le bacchette per un concerto alla RCO, insieme a moglie e figli che non hanno mai visto un concerto così classico in una sala così bella. Il 12 ottobre ascolteremo Andris Nelsons con un programma di Richard Strauss. E se i bastoncini sono "tagliati e rasati" (nuova testina di feltro, ma era anche uno degli atti preferiti del mio insegnante di francese, che regolarmente dava ai suoi bastoncini (anche di Sprangh) un taglio di capelli completo durante le prove), allora potremmo ottenere i bastoncini può essere riascoltato in uno dei miei brani preferiti.

Ripenso a questi bastoncini con piacere. Soprattutto con quello che tutti loro (molti concerti, registrazioni radiofoniche e televisive) hanno vissuto con me. Sono stati i miei primi archi che ho comprato all'inizio della mia formazione di percussioni dal leggendario timpanista Frans van der Kraan al Royal Conservatory dell'Aia. E in realtà anche i miei ultimi timpani si attaccano perché erano di qualità senza precedenti. Ogni altro bastone, per quanto alla moda, ha perso contro questi bastoni. Perché? Un paragone di Sprangh con, ad esempio, l'archettaio per strumenti ad arco François Tourte è facile: Tourte (1748–1835) ha lo stesso significato per gli archettai che Stradivarius ha per i liutai. Ha stabilito lo standard per l'arco moderno ed è stato il primo a utilizzare il legno di pernambuco, che offre un perfetto equilibrio tra peso, equilibrio e flessibilità.

Nick Woud su Guus Sprangh: "Le bacchette artigianali offrono in generale più qualità e una sensazione personale. In Olanda avevamo un produttore, Sprangh, che realizzava molte bacchette su misura con l'artigianato dei vecchi tempi. Fondamentalmente ogni coppia aveva un suono e un equilibrio personali, perché avrebbe lasciato che l'equilibrio e il peso del bambù determinassero dove si sarebbe trasformata la coppia. Inoltre, le sue teste erano splendidamente realizzate, con la massima cura. Quando è morto, ho cercato di seguire le sue orme e mi sono sforzato di fare i miei bastoncini con lo stesso gusto che uso nel mio modo di suonare ". 

Solo per ascoltare to the sticks in action (il mio esame finale da solista nel 1980), ecco un link al terzo movimento della sonata di Bartok per 2 percussionisti (Franks van der Starre e ik) e 2 pianoforti (Benno Pierweyer e Johan Jansonnius). Una famigerata festa di timpani, perché c'è un bisogno costante di sintonizzarsi. 

 

Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti pubblicati qui

Lasciate i vostri commenti

  1. Pubblicare un commento come ospite.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione