Operazione MARKET GARDEN

Questa operazione, che in realtà era una combinazione di due, merita una menzione speciale per tre ragioni; 

In primo luogo che fu intrapresa in un momento in cui le risorse amministrative (truppe di supporto) della Seconda Armata erano tese al massimo, ma il rischio amministrativo implicato era considerato degno del vantaggio tattico che si poteva ottenere;

In secondo luogo, è stata la prima operazione su larga scala da parte di truppe aviotrasportate di fronte a forze già stabilite sul terreno nel tentativo di mettere al sicuro una grande fetta di territorio tenuto dal nemico a cui le truppe di terra che avanzavano potevano avvicinarsi per riorganizzarsi;

In terzo luogo furono coinvolte due divisioni aviotrasportate statunitensi e una divisione aviotrasportata britannica.

La parte aviotrasportata dell'operazione era denominata operazione MARKET mentre quella delle forze di terra era l'operazione GARDEN per la quale 30 Corps era stato nominato responsabile.

COSTRUIRE

A metà settembre le scorte del n. 6 Army Roadhead non solo erano scarse, ma la stessa roadhead era troppo indietro e soffriva dello svantaggio di avere BRUXELLES interposta tra essa e le truppe in avanti.

Come già detto, le linee di comunicazione con l'RMA a BAYEUX sono state allungate. fino al limite. Sarebbe stato desiderabile fare una pausa per ristabilire l'amministrazione sia della Seconda Armata che della Prima Armata canadese su basi solide. Tuttavia, tale pausa non era possibile se l'operazione MARKET GARDEN doveva essere lanciata con successo prima che il nemico si fosse completamente ripreso dagli effetti della ritirata.

Il potenziamento amministrativo non è stato aiutato dal fatto che l'operazione ha comportato pesanti impegni ponte, il che significava che oltre alle società ponte che dovevano essere trasportate in avanti era necessario mettere a disposizione quasi ottocentotre tonnellate di veicoli per assistere nel sollevamento apparecchiature di ponte in avanti dalla RMA.

Ciò ha comportato l'utilizzo di autocarri da sei e dieci tonnellate per il sollevamento di rifornimenti e altri carichi antieconomici per tali veicoli. Tuttavia, parte di un convoglio stradale veloce denominato "Red Ball" è stato messo a disposizione dalle forze statunitensi per portare cinquecento tonnellate al giorno nel numero 6 Army Roadhead.

La consegna principale di questo metodo consisteva in MT 80 e requisiti speciali di munizioni e depositi per 82 e 101 divisioni aviotrasportate statunitensi. Anche i carri cisterna modificati per il trasporto di carichi furono impiegati con successo e in effetti, nelle otto settimane a partire dal 14 settembre, sollevarono un totale di 22,450 tonnellate su una distanza di 194,000 miglia a pieno carico.

Questi metodi, unitamente al trasporto aereo di cui al paragrafo 6, si sono dimostrati efficaci nell'attenuare le difficoltà amministrative dell'operazione.

MANTENIMENTO DELLE FORZE USA

82 e 101 divisioni aviotrasportate statunitensi sono state mantenute dalle scorte BRITANNICHE per quanto riguarda gli articoli di uso comune, ad es. POL e rifornimenti, sebbene in seguito siano state ottenute e distribuite razioni statunitensi.

Articoli per utenti non comuni come munizioni, ordigni, segnali e magazzini tecnici sono stati consegnati da Communication Zone in pacchi giornalieri tramite il percorso "Red Ball" o per ferrovia al n. 6 Army Roadhead da dove sono stati sollevati al 61 FMC a BOURG LEOPOLD.

MANUTENZIONE GENERALE

Fino al 16 settembre tutte le formazioni e le truppe dei corpi sotto il comando del 30 Corps erano basate su 160 FMC nell'area di BRUXELLES mentre le munizioni venivano prelevate dal n. 6 Army Roadhead.

Il 17 settembre 161 FMC doveva essere aperto nell'area di BOURG LEOPOLD per il mantenimento delle divisioni aviotrasportate statunitensi, delle truppe del corpo e dell'elemento marittimo della 52 Divisione.

Era prevista l'apertura di 162 FMC nell'area ARNHEM in D + 3 per il mantenimento della Divisione Corazzata delle Guardie, delle Divisioni 43 e 50, 1 Divisione aviotrasportata, 8 Brigate corazzate e truppe di corpo a prua del fiume Waal. Il mantenimento dei corpi, dell'esercito e del GHQ RE collegati alle divisioni era responsabilità delle divisioni interessate.

Con l'eccezione della Divisione Corazzata delle Guardie a cui era stato ordinato di contenere otto giorni di rifornimenti e duecento miglia di POL e tutte le truppe di corpo che erano limitate a quattro giorni di rifornimenti e centocinquanta miglia di POL, tutte le formazioni entro 30 Corpi erano per contenere sei giorni di rifornimenti e duecentocinquanta miglia di POL per veicolo.

È stato inoltre loro ordinato di trasportare doppie riserve di seconda linea di 2-5 munizioni pr, ma sono stati avvertiti che in seguito avrebbero potuto continuare con le riserve di seconda linea esaurite a causa della carenza di scorte.

MANUTENZIONE DI TRUPPE AEREI

Le formazioni aviotrasportate dovevano essere mantenute per via aerea da D a D+5 ma furono anche pianificati per la manutenzione in caso di emergenza di 82 e 101 Divisioni aviotrasportate statunitensi dal 161 FMC con effetto dal D-day e di 1 Divisione aviotrasportata da 162 FMC con effetto di D+3.

In caso di estrema emergenza, la Prima Armata aviotrasportata alleata era pronta a far atterrare centocinquanta tonnellate di munizioni statunitensi all'aeroporto di BRUXELLES, che sarebbero poi state trasportate su strada alle formazioni statunitensi.

TRASPORTO

A causa della mancanza di trasporto dell'esercito ancora teso al limite lungo la L di C, 30 Corps sono stati resi responsabili del proprio ascensore di trasporto di terza linea dalla testata stradale agli FMC.

Questa responsabilità aggiuntiva è stata parzialmente soddisfatta ordinando al trasporto di prima e seconda linea dell'elemento marittimo della Divisione 52 di scaricare le sue merci e l'attrezzatura G.1098, fornendo così otto plotoni di ascensore per il trasporto.

A tutte le truppe che trasportavano il trasporto meno DUKWS è stato ordinato di tornare al controllo di 30 Corpi dopo aver trasportato le formazioni nelle loro aree.

Ad ogni divisione fu anche ordinato di essere pronta ad accettare compiti di corpo per cinque plotoni di trasporto per un periodo indefinito.

Oltre a quanto sopra, a quattro compagnie di autocarri statunitensi era stato ordinato di riferire entro il 18 settembre a 161 FMC da dove sarebbero state utilizzate per consegnare merci alle divisioni aviotrasportate statunitensi.

MEDICAL

Un punto interessante da notare è che oltre alle normali disposizioni mediche a livello di corpo, l'aiuto delle autorità civili olandesi è stato ottenuto tramite il principe Bernhardt.

L'evacuazione dalle unità mediche divisionali doveva essere inizialmente alle installazioni civili a BOURG LEOPOLD e successivamente ai CCS da stabilire ad ARNHEM e NIJMEGEN.

Per le unità aviotrasportate, l'evacuazione doveva essere inizialmente in ambulanze da campo di 30 Corpi o direttamente ai CCS sopra menzionati, mentre il Comando di 9 vettori truppe si preparava ad evacuare fino a 750 vittime al giorno da BRUXELLES nei viaggi di ritorno dalle missioni di rifornimento.

Le forniture mediche per le truppe aviotrasportate dovevano essere rilasciate fino a D + 4 incluso.

ORDINANZA

I depositi di ordigni furono ricevuti sia su strada che per via aerea e furono presi accordi per i carichi massimi da inoltrare ai sottoparchi di artiglieria divisionali, corazzati e di fanteria.

Questi sottoparchi erano attaccati alle loro formazioni e completavano la posizione del serbatoio e dei ricambi MT. Sono stati presi accordi per la consegna via aerea di richieste urgenti come ricambi MT, valvole wireless ecc.

Inoltre, a BAYEUX sono state sbarcate circa cento tonnellate di depositi di ordigni in tre "mattoni" ciascuno di circa trentaquattro tonnellate. La situazione critica dei trasporti ha ritardato l'arrivo di questi "mattoni" nell'area operativa, ma almeno uno era previsto entro il D-day.

REME

Per i lavori di riparazione non più di un'officina di brigata doveva muoversi con ogni formazione, ma alcune officine di formazione dovevano rimanere su ruote mentre il resto rimaneva in luoghi esistenti. Il principio per il recupero era che tutte le vittime dovevano essere rimosse dalla strada solo per il recupero in avanti.

All'APM 30 Corps sono state assegnate due sezioni di recupero leggere per il lavoro ai posti di controllo del traffico.

IL PROBLEMA DEL MOVIMENTO

Il problema del movimento per 30 Corps è stato molto difficile in quanto ha comportato il movimento tattico di circa 20,000 veicoli attraverso l'OLANDA lungo un percorso integrato da un percorso sussidiario. Questo percorso sussidiario non ha evitato colli di bottiglia e quindi non era un secondo percorso completo.

Chiaramente, l'essenza del successo dell'operazione risiedeva in un'efficiente organizzazione del controllo del traffico e in una buona disciplina di marcia.

Il controllo del traffico veniva esercitato attraverso tre sedi di regolazione, ognuna delle quali controllava tre postazioni di controllo del traffico con comunicazioni wireless tra i TCP e la sede di regolazione.

L'importanza della velocità nell'avanzata era impressa a tutti i ranghi. Era stabilito che il movimento avrebbe avuto luogo solo di giorno.

Le formazioni e le unità si rifugiavano lungo la strada ogni notte mantenendo il loro ordine di priorità. Sarebbero stati immessi nell'asse non appena lo spazio stradale si fosse reso disponibile. Per le prime quarantotto ore il movimento all'indietro doveva essere limitato al minimo assoluto.

L'OPERAZIONE

Il D-day era il 17 settembre e il lancio automatico per tutte le formazioni dei corpi aviotrasportati fu effettuato con successo.

Il 18 settembre, tuttavia, la manutenzione per via aerea della 1 British Airborne Division non ebbe successo a causa dell'intensa contraerea nemica che rendeva impreciso il lancio.

L'82 US Airborne Division fu rifornita con successo mentre la 101 US Airborne Division aveva portato con sé rifornimenti e munizioni sufficienti per le prime quarantotto ore.

Entro il 20 settembre erano arrivate le compagnie di autocarri statunitensi. Tutte e tre le divisioni aviotrasportate hanno continuato a essere mantenute per via aerea anche se non adeguatamente a causa di un lancio impreciso a causa della forte contraerea e del tempo nebbioso.

Il 21 settembre era ovviamente operativamente impossibile stabilire 162 FMC nell'area di ARNHEM e quindi è stato scelto un sito alternativo nell'area di GRAVE.

Durante questo giorno la L di C è stata tagliata dal nemico ma fortunatamente una grande discarica di rifornimenti TEDESCA è stata catturata all'OSS e questo si è rivelato di grande valore.

Il 22 settembre l'ascensore di manutenzione per l'82 US Airborne Division è stato bloccato a causa del "taglio" attraverso la L di C, ma l'ascensore per la 101 US Airborne Division è arrivato con successo.

La L of C è stata autorizzata il 23 settembre e l'ascensore è stato poi consegnato all'82 US Airborne Division. Quattro plotoni che trasportavano POL che erano stati trattenuti fino a quando la L di C era libera e sette plotoni di munizioni furono inviati per rifornire 162 FMC a GRAVE.

10 CCS è stato istituito a NIJMEGEN così come 3 CCS che erano stati originariamente programmati per ARNHEM.

163 Field Ambulance si spostò in avanti a DRIEL (6875) per evacuare le vittime aviotrasportate a DUKWS sul fiume NEDERRIJN.

La L di C è stata nuovamente tagliata il 24 settembre e tre dei plotoni di munizioni inviati la notte precedente non sono riusciti a raggiungere 162 FMC mentre agli altri quattro è stato impedito di tornare.

Una situazione gilbertiana si è verificata in questo giorno presso la discarica di rifornimenti TEDESCA all'OSS quando la compagnia RASC di seconda linea dell'8 brigata corazzata ha preso settantacinque prigionieri di guerra dagli elementi nemici che hanno messo in rotta e che hanno scoperto mentre cercavano di usare la discarica mentre erano.

Poiché la manutenzione anticipata si stava rivelando impossibile, tutte le risorse di trasporto disponibili sono state concentrate sul compito di accumulare scorte in 161 FMC.

La L di C a GRAVE fu infine ripristinata la sera del 25 settembre, ma a quel punto era stato deciso di ritirare 1 Divisione aviotrasportata britannica e l'operazione si fermò.

Il numero totale di prigionieri di guerra catturati durante il periodo era, ufficiali-26, ORs-1,040.

Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti pubblicati qui

Lasciate i vostri commenti

  1. Pubblicare un commento come ospite.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione
Puoi mettere qui il tuo commento per i social media

supporto-soldati