Il 5 maggio 1945 il 21 Army Group, in collaborazione con le forze degli Stati Uniti d'America, aveva, nelle parole del suo comandante in capo, "visto la cosa fino alla fine".

Con la capitolazione a LUNEBURG Heath seguita dalle arrese incondizionate a RHEIMS e la vittoria di BERLINO divenne finalmente una realtà per gli Alleati. Questa storia ha tentato di descrivere a grandi linee il contributo di 21 Army Group agli immensi risultati amministrativi necessari per ottenere questo trionfo.

Questa più grande operazione combinata di tutti i tempi aveva comportato problemi e difficoltà che trascendevano di gran lunga qualsiasi precedente. Oltre ai normali rischi di un enorme assalto contro una costa nemica fortemente difesa e ai delicati aggiustamenti che dovevano essere fatti per garantire che le richieste spesso in conflitto di requisiti operativi e amministrativi fossero correttamente bilanciate in ogni fase, c'erano molti altri problemi da affrontare. superare.

Per compensare la mancanza di un porto adeguato nella zona d'assalto, un porto artificiale è stato prefabbricato nel REGNO UNITO e stabilito con successo nel luogo assegnato sulla costa della NORMANDIA.

Per economizzare le navi cisterna e per aiutare a soddisfare le enormi richieste di prodotti petroliferi che gli eserciti meccanizzati richiedevano, fu costruito un sistema di condotte dall'Inghilterra alla GERMANIA sotto la Manica.

Sulla scia dell'avanzata degli eserciti, i popoli liberati d'Europa dovevano essere soccorsi e la loro economia interna e la loro industria riabilitate dopo l'oppressione dell'occupazione tedesca. Si doveva fare ogni preparazione per l'importazione dall'estero di magazzini di ogni tipo in quantità immense in modo che le comunicazioni di ogni tipo potessero essere rapidamente ripristinate dopo essere state devastate dal nemico.

Per passare più in particolare alla parte di 21 Army Grroup nelle operazioni, va ricordato che la campagna è stata condotta a fronte di una grave carenza di manodopera. La pianificazione più attenta era necessaria per garantire che la forza della forza fosse sempre compatibile con il compito che era stato fissato e tuttavia non indebolì lo sforzo dell'Impero in casa e in altri Teatri di Guerra dalle sue richieste di rinforzi in particolare dei molti specialisti categorie.

Il fatto che, nonostante la maggiore distruttività delle armi moderne e le dure condizioni meteorologiche sperimentate, la percentuale di coloro che sono morti per le ferite e le percentuali di malattia fossero circa la metà di quelle dell'ultima guerra è stato un prezioso contributo a tal fine.

Il morale è riconosciuto come il singolo fattore più importante della guerra, perché senza di esso non si può ottenere alcun successo.

Lo spirito degli uomini in ogni momento, la disponibilità con cui sono entrati in battaglia, la loro resistenza e la bassa incidenza di crimini rendono omaggio al lavoro dell'ufficiale del reggimento e dei responsabili delle disposizioni per il riposo, la ricreazione, le buone strutture di posta e intrattenimento.

Nel 21 Army Group una forza media di circa un milione - pari alla popolazione di BIRMINGHAM ma sparsa dalla NORMANDIA al BALTICO e in continuo movimento - doveva essere nutrita, pagata, vestita, attrezzata, curata e trasportata.

Questo fatto da solo indicherà l'immensità del problema amministrativo, ma fa solo parte dell'intricato schema implicato nel sostegno di un'impresa così grande.

Sebbene registrato molti anni prima nel suo libro "The River War", su un tipo molto diverso di conflitto, quanto pienamente giustificate alla luce di questa campagna rimangono le parole del signor Winston Churchill, Primo Ministro della Gran Bretagna in questo momento, quando ha scritto:

 “La vittoria è il bellissimo fiore dai colori vivaci. Il trasporto è lo stelo senza il quale non sarebbe mai sbocciato. Eppure anche lo studente militare nel suo zelo per padroneggiare le affascinanti combinazioni del conflitto attuale spesso dimentica le complicazioni molto più intricate del rifornimento ".

Back to Normandy pubblicherà gli sforzi delle truppe di supporto in circa 40 articoli che coprono il periodo giugno 1944 - maggio 1945

 

Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti pubblicati qui

Lasciate i vostri commenti

  1. Pubblicare un commento come ospite.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione
Puoi mettere qui il tuo commento per i social media

supporto-soldati